Come diventare hostess di volo: quali requisiti servono?

Alzi la mano chi non ha mai preso un aereo in vita sua: qualcuno l’avrà pure alzata, ma anche se non avete ancora provato l’esperienza di volare, sicuramente sapete che il secondo ruolo più importante, dopo il pilota – naturalmente –  è quello delle hostess e degli steward. Ma come si diventa hostess di volo?

Alzi la mano chi non ha mai preso un aereo in vita sua: qualcuno l’avrà pure alzata, ma anche se non avete ancora provato l’esperienza di volare, sicuramente sapete che il secondo ruolo più importante, dopo il pilota – naturalmente –  è quello delle hostess e degli steward. Ma come si diventa hostess di volo?

Hostess di volo: i requisiti
Il mestiere dell’assistente di volo – o flight attendant, per dirla all’inglese – è prima di tutto un mestiere adatto a chi ama il contatto con le persone. Una brava hostess ha sempre il sorriso sulle labbra, cerca sempre di accontentare i passeggeri e di infondere loro tranquillità e fiducia, anche negli eventuali momenti di tensione – come una turbolenza in fase di volo, per esempio.

A parte possedere un carattere ben disposto verso il pubblico, naturalmente occorrono anche altri requisiti, primo dei quali un diploma di scuola media superiore. L’inglese è ormai un must e conoscere una o più lingue è un bonus che spesso può fare la differenza.

Chi vuole diventare hostess, sappia che ci sono anche dei requisiti fisici da rispettare: in genere le compagnie aeree richiedono bella presenza, un’altezza minima (165 centimetri per le donne e 170 per gli uomini – anche se i parametri possono variare da compagnia a compagnia), una vista di dieci decimi (anche se è possibile indossare lenti a contatto) e l’assenza di piercing e tatuaggi visibili.

E non è tutto: chi aspira al lavoro di hostess di volo deve anche saper nuotare in maniera discreta e soprattutto deve ottenere il certificato medico aeronautico di classe 2, che dimostri uno stato di salute consono.

Il “crew recruitement”
Se avete tutti i requisiti di cui sopra, il mestiere di hostess di volo fa per voi. Ora non vi resta che farvi assumere – dici niente? Le compagnie aeree organizzano spesso dei “crew recruitement”, cioè delle giornate durante le quali vengono valutati i profili che si presentano per il posto di hostess di volo. Passata questa prima fase di screening, le aspiranti hostess dovranno affrontare un corso di formazione (sia teorico sia pratico) ed un esame finale.

Un’alternativa altrettanto valida è quella di seguire un corso organizzato per hostess di volo per poi sostenere un esame all’Ente Nazionale per l’Aviazione Civile (ENAC). Una volta superato l’esame, è possibile iscriversi all’Albo degli assistenti di volo ed andare a caccia di un posto da hostess in una delle molte compagnie aeree.

E lo stipendio?
Il mestiere di hostess di volo è giustamente ben retribuito. Si tratta infatti di un lavoro molto duro, che obbliga a orari a volte davvero difficili da sopportare, a dormire negli hotel migliaia di chilometri lontano da casa. Tutto cercando sempre di mantenere il sorriso ed il self-control.

Ecco perché lo stipendio base di solito è intorno ai 1.200 euro, ma si può arrivare anche a 1.800 euro ed oltre: dipende dall’esperienza, dal tipo di tratta (Volo nazionale? Continentale? Intercontinentale?) e naturalmente dalla compagnia aerea per la quale si lavora.

La hostess di volo ha però diritto anche ad una serie di benefit quali l’assicurazione sulla vita e i biglietti aerei omaggio o con sconti davvero allettanti. La maggior parte delle compagnie aeree, inoltre, estende questi sconti anche ai familiari e agli amici dei dipendenti.